• Impianto idroelettrico in Saluzzo – Ruata Re

    • Committente: Ghigo
    • Nome impianto: Centrale Ruata Re
    • Anno: 2012
    • Comune: Saluzzo (CN)
    •  Tipologia impianto: ad acqua fluente
    • Corso d'acqua: Rio Torto
    • Tipologia opera di presa: griglia a trappola
    • Quota presa: 325,00 mt. slm.
    • Quota sfioratore: 324,80 mt. slm.
    • Quota restituzione: 305,88  mt. slm.
    • Salto: 18,92 mt.
    • Lunghezza condotta: 885 mt.
    • Diametro condotta: 1400 mm.
    • Portata media derivata: 1922 lt/sec.
    • Potenza installata: 523,64 kW
    • Producibilità media annua stimata: 2.551.808 kWh/anno
    • Tipologia turbine: n. 1 turbina Kaplan

    Per la realizzazione dell'impianto di cui trattasi, verranno realizzate le seguenti opere:

    Opera di presa

    È ubicata in Comune di Saluzzo sul Rio Torto, è costituita da una griglia a trappola posta alla quota 325,00 mslm in corrispondenza della soglia esistente.

    Nell’opera di presa saranno inserite, opportunamente dimensionate:

    - La paratoia per il rilascio nel canale irriguo Ruata Re

    - La paratoia per il rilascio del DMV

    L’acqua captata dal canale di raccolta posto sotto la griglia verrà conferita alla camera di carico dal canale di adduzione.

    Camera di carico

    Il bacino di accumulo sarà realizzato in sponda destra al Rio Torto, interamente interrato sotto la strada interpoderale esistente.

    Il manufatto sarà realizzato in C.A., dotato di sfioratore limitatore delle portate concesse, verrà inoltre realizzata una tramoggia ribassata per il carico della condotta forzata.

    La soglia di sfioro, caposaldo di concessione, sarà posizionato alla quota 324,80 mslm.

    Condotta forzata

    Il profilo della condotta forzata seguirà il seguente tracciato:

    - dalla camera di carico la condotta sarà posata sotto la strada interpoderale esistente fino alla progressiva 434 m come riportato nel profilo longitudinale (Elab. 08) per un lunghezza pari a 410 m;

    - Alla progessiva 434 m verrà effettuato uno stacco irriguo con valvola a saracinesca nel canale Peschiere (nel periodo irriguo)

    - Alla progressiva 514,14 verrà effettuato un secondo stacco dalla condotta forzata per alimentare il gruppo ausiliario che scaricherà la portata turbinata nel canale Cervignasco (in funzione solo nel periodo irriguo)

    - il tracciato proseguirà sotto prati fino a raggiungere il gruppo di produzione principale alla progressiva 909,00 m.

    - Il diametro della condotta sarà di 1400 mm e sarà in acciaio con un tracciato, fino al gruppo ausiliario, di circa 430 metri di sviluppo orizzontale e di 9,91 metri di dislivello massimo, comprensivo della differenza di quota tra la massima elevazione del pelo libero nello sfioratore in vasca di carico e lo scarico finale di restituzione nel canale Cervignasco.

    - Il diametro della condotta sarà di 1400 mm e sarà in acciaio con un tracciato complessivo di circa 940 metri di sviluppo orizzontale e di 18,92 metri di dislivello massimo, comprensivo della differenza di quota tra la massima elevazione del pelo libero nello sfioratore in vasca di carico e lo scarico finale di restituzione nel Rio Torto.

    Gruppi di produzione

    L’impianto in progetto prevede due gruppi di produzione :

    - Gruppo di produzione ausiliario è alimentato da uno stacco dalla condotta forzata per una portata di 302 l/sec pari alla portata concessa al canale irriguo Cervignasco, che una volta turbinata verrà immessa nel canale irriguo. Nell’edificio di centrale interrato verrà installata una turbina assiale tubolare.

    - Gruppo di produzione principale è alimentato dalla condotta forzata DN 1400, la portata turbinata dalla turbina Kaplan installata verrà restituita nel Rio Torto.

    Fase di progettazione
    • studi e analisi della fattibilità tecnico-economica dell’intervento;
    • progettazione definitiva e esecutiva;
    • studi idraulici;
    • attività topografiche di rilievo e restituzione;
    • indagini ambientali;
    • progettazione impianti;
    • redazione piani di sicurezza;
    • redazione di capitolati tecnici e specifici d’appalto;
    • computazione e determinazione dei costi delle opere;
    Posizione impianto

     

    Opera di presa


    Percorso condotta


    Posizione edificio di centrale ausiliario


    Posizione edificio di centrale


    Pianta opera di presa – camera di carico

    Sezioni su opera di presa

    Sezione su camera di carico

    Piante edificio di centrale ausiliario

    Sezione “A-A” edificio di centrale ausiliario

    Sezione “B-B” edificio di centrale ausiliario

    Prospetti edificio di centrale ausiliario

    Pianta edificio di centrale

    Sezione edificio di centrale

    Prospetti edificio di centrale

    Precedente
    Successivo
UA-113768005-1