• Impianto idroelettrico in Nemoli

    • Committente: PAGI S.r.l.
    • Nome impianto: Hydro Sonante
    • Anno: 2013
    • Comune: Nemoli (PZ)
    •  Tipologia impianto: ad acqua fluente
    • Corso d'acqua: Torrente Sonante
    • Tipologia opera di presa: Griglia a trappola
    • Quota presa: 394,80 mt. slm.
    • Quota sfioratore: 394,30 mt. slm.
    • Quota restituzione: 268,00  mt. slm.
    • Salto: 124,30 mt.
    • Lunghezza condotta: 1400,00 mt.
    • Diametro condotta: 400 mm.
    • Portata media derivata: 110 lt/sec.
    • Potenza installata: 135,27 kW
    • Producibilità media annua stimata: 895.365 kWh/anno
    • Tipologia turbine: n. 1 turbina pelton

    Da un’analisi dei luoghi e dai sopralluoghi effettuati si è progettato il nuovo impianto.

    Di seguito si riportano le descrizioni delle principali opere che s’intendono realizzare:

    Opera di presa

    È ubicata in cascata allo scarico della centrale del Mulino ed è prevista la posa di una griglia a trappola che convoglierà le acque alla camera di carico, ubicata all’interno di un altro vecchio mulino utilizzando una piccola parte della volumetria esistente.

    Dalla bocca di derivazione posta in destra orografica verrà realizzato l’innesto con la camera di carico mediante la posa di una tubazione.

    Camera di decantazione e carico della condotta forzata

    È ubicata in sponda destra del canale di scarico della centrale esistente Torrente, dotata di sfioratore limitatore delle portate concesse ubicato a quota 446,60 m.s.l.m.

    Il manufatto è pianta rettangolare con dimensioni pari a 2,00 m di larghezza interna e 2,50 di lunghezza con un’ altezza interna in corrispondenza dello sfioratore di 0,90 m, dotata di paratoia di scarico e svuotamento di fondo e di una valvola di protezione all’imbocco della condotta forzata che consentirà in caso di manutenzione di interrompere l’afflusso nella condotta forzata, restituendo l’acqua presente all’interno della camera nel torrente tramite la paratoia di scarico/dissabbiatrice.

    Per limitare la portata che defluisce all’interno della camera di carico della condotta forzata alla sola portata di concessione è posto, a valle dello sfioratore, uno stramazzo frontale collocata 446,43 cm al disotto della soglia sfiorante.

    Dalla camera di carico partirà la condotta forzata DN 400 lunga 1400 m.

    Condotta forzata

    Il tracciato ed il profilo della condotta forzata seguiranno il seguente tracciato, tutto sotto ex mulattiera per la prima parte, per essere posata sotto strada interpoderale e per la parte finale e scendere e correre sotto sentieri / prati fino a giungere all’edificio di centrale. Il diametro della condotta sarà di 400 mm e sarà in acciaio con un tracciato di circa 1400,00 m di sviluppo orizzontale e di 124,30 m di dislivello massimo, comprensivo della differenza di quota tra la massima elevazione del pelo libero nello sfioratore in vasca di carico e lo scarico finale di restituzione in alveo.

    Edificio di centrale

    La centrale di nuova costruzione sarà realizzata in sponda Destra del Torrente Sonante.

    Nel progetto proposto l’edificio che ospita la turbina e le apparecchiature per la trasformazione dell’energia (da idraulica in elettrica) è previsto in cls. armato con zoccolo in pietra e con possibile inserimento di parti in legno (architrave su portone, finti passafuori di sostegno della copertura).

    L’edificio di centrale progettato a pianta rettangolare avrà le seguenti dimensioni 15,00 x 9,50 m e un’altezza pari a 5,75 m.

    Il tetto potrà essere realizzato in cls, potrà essere rivestito con pannelli in lamiera grecata aventi finitura a tegola.

    L’edificio è improntato alla massima semplicità formale dichiarando la funzione che deve assolvere, ossia ospitare al suo interno le macchine, le apparecchiature per la trasformazione dell’energia ed un carro ponte di servizio; deve costituire una valida barriera al propagarsi dei rumori generati dalle macchine idrauliche, elettriche ed oleodinamiche. Per tale motivo è stata ridotta al minimo indispensabile la presenza di serramenti. Sul prospetto a Est sono presenti sia un portone che una porta in materiale metallico insonorizzato, mentre le griglie di aerazione, anch’esse insonorizzate, sono poste sugli altri tre lati dell’edificio.

    Scarico

    Sarà a pelo libero e reimmetterà le acque nell’alveo del Torrente Sonante.

    Avrà una sezione rettangolare di 1,50 x 2,00 m, una lunghezza di circa 10,00 m e una pendenza costante pari a 1,0 % che consentirà di restituire la totalità dell’acqua in condizioni di moto sufficientemente laminare.

    Fase di progettazione
    • studi e analisi della fattibilità tecnico-economica dell’intervento;
    • progettazione definitiva e esecutiva;
    • studi idraulici;
    • attività topografiche di rilievo e restituzione;
    • indagini ambientali;
    • progettazione impianti;
    • redazione piani di sicurezza;
    • redazione di capitolati tecnici e specifici d’appalto;
    • computazione e determinazione dei costi delle opere;
    Posizione impianto

     

    Opera di presa


    Percorso della condotta


    Ubicazione edificio di centrale e scarico


    Pianta opera di presa

    Sezioni opera di presa

    Pianta camera di carico

    Sezioni camera di carico

    Piante edificio di centrale

    Sezione trasversale edificio di centrale

    Sezione longitudinale edificio di centrale

    Prospetti edificio di centrale

    Precedente
    Successivo
UA-113768005-1