• Impianto idroelettrico in Lemie

    • Committente: Idroelettrica San Euseo
    • Nome impianto: Centrale Nanta
    • Anno: 2015
    • Comune: Lemie (To)
    •  Tipologia impianto: ad acqua fluente
    • Corso d'acqua: Rio Nanta
    • Tipologia opera di presa: griglia a trappola
    • Quota presa: 1.248,50 mt. slm.
    • Quota sfioratore: 1247,70 mt. slm.
    • Quota di restituzione: 1097,50 mt. slm.
    • Salto: 150,20 mt.
    • Portata media derivata: 61,00 lt/sec.
    • Lunghezza condotta: 1.160,00 mt.
    • Diametro condotta: 350 mm.
    • Potenza installata: 95,71 kW
    • Producibilità media annua stimata: 710.560 kWh/anno
    • Tipologia turbina: pelton ad asse orizzontale

    L'opera di presa del nuovo impianto progettato è ubicata nel Comune di Lemie e sottenderà un bacino imbrifero di circa 7,5 Kmq.

    L’opera di presa dovrà essere realizzata al fine sia di poter derivare che di rilasciare il DMV attraverso la luce di passaggio posta in sponda orografica sinistra.

    La derivazione avverrà mediante la realizzazione di una traversa con griglia a trappola che sarà trasversale all’alveo e posta alla quota di 1248,50 mslm (monte) 1248,20 mslm (valle).

    La bocca di derivazione, sarà realizzata in modo da poter garantire il rilascio del DMV anche in condizioni di magra, prima di prelevare portate per l’utilizzo energetico.

    La bocca di rilascio del DMV sarà realizzata in sponda sinistra del Torrente Nanta.

    In sponda sinistra del torrente si dipartirà, dal canale di raccolta acque posto sotto la griglia, una condotta DN 700, lunga circa 20 m, che porterà l’acqua alla camera di decantazione di modulazione e di carico.

    La camera di carico sarà ubicata in sponda sinistra del Rio Nanta, sarà di nuova costruzione, totalmente interrata, dotata di sfioratore limitatore delle portate concesse, ubicata a quota 1247,70 m.s.l.m.

    La nuova camera di carico sarà a pianta rettangolare con dimensioni pari a 2,00 m. di larghezza e 6,20 m. di lunghezza con un’ altezza interna di 2,00 m., dotata di paratoia di scarico e svuotamento di fondo e di una paratoia di protezione all’imbocco della condotta forzata che consentirà in caso di manutenzione di interrompere l’afflusso nella condotta forzata, restituendo l’acqua presente all’interno della camera nel torrente tramite la paratoia di scarico e modulazione oltre che dallo sfioratore laterale.

    Per limitare la portata che defluisce all’interno della camera di carico della condotta forzata alla sola portata di concessione è posto, a valle dello sfioratore laterale, uno stramazzo frontale a luce calibrata.

    Dalla camera di carico partirà la condotta forzata DN 350.

    Il tracciato ed il profilo della condotta forzata correrà, per 320 m. sotto i prati posti in adiacenza alla sponda orografica sinistra e dal ponte pedonale, correrà sotto il sentiero seguendo la livelletta 1190,00 mslm per circa 300 m., per raggiungere il canale irriguo dismesso prima della frazione Borgiaretto Successivamente, con un percorso di 300 m. la condotta passerà sotto la strada comunale fino a BORGIAL per poi scendere sotto il canale irriguo dismesso ed infine procedere a massima pendenza (per 100 metri di percorso, fino alla centrale) a quota 1097,50.

    I gruppi di produzione saranno ospitati all’interno di un edificio esistente, che verrà ristrutturato e riadattato, ubicato in sponda sinistra del Torrente nel comune di Lemie (TO).

    L’edificio è improntato alla massima semplicità formale coerente con la funzione che deve assolvere, ossia ospitare al suo interno le macchine, le apparecchiature per la trasformazione dell’energia; deve costituire una valida barriera al propagarsi dei rumori generati dalle macchine idrauliche, elettriche ed oleodinamiche. Per tale motivo è stata ridotta al minimo indispensabile la presenza di serramenti.

    Il canale di scarico verrà realizzato a nuovo con un primo sviluppo di circa 18 m. a sezione circolare DN500, per diventare successivamente una canaletta a pelo libero per una lunghezza pari a 10,80 m. restituendo la portata turbinata nel Rio Nanta.

    Fase di progettazione
    • studi e analisi della fattibilità tecnico-economica dell’intervento;
    • progettazione definitiva e esecutiva
    • studi idraulici;
    • attività topografiche di rilievo e restituzione;
    • indagini ambientali;
    • progettazione strutture;
    • progettazione impianti;
    • redazione piani di sicurezza;
    • redazione di capitolati tecnici e specifici d’appalto;
    • computazione e determinazione dei costi delle opere;
    Posizione impianto

     

    Edificio di centrale esistente / in progetto


    Ubicazione opera di presa


    Tracciato impianto


    Pianta opera di presa

     

    Sezione longitudinale opera di presa

    Sezione trasversale opera di presa

    Particolare scogliera

    Pianta vasca di carico

     

    Sezione longitudinale vasca di carico

    Sezione trasversale vasca di carico

    Pianta edificio di centraleSezione longitudinale

    Sezione trasversale

    Prospetti

    Precedente
    Successivo
UA-113768005-1